Fraternità “Domenicangelo Morrone” in Celenza Valfortore

.

CelenzaValfLa città di Celenza Valfortore (Foggia) è l’avamposto della Puglia, equidistante da Molise e Campania, affacciata sul lago di Occhito. E’ situata a 480 metri sul livello del mare e vanta origini millenarie: l’antica Celenna fu fondata da Diomede nel 1183 a.C. e citata da Virgilio nel VII libro dell’Eneide “Arva Celennae”. Si distinse nei secoli per il valore sociale e la fede cattolica, subì l’invasione dei Romani, dei Barbari e dei Francesi; tuttavia, ebbe nel Medioevo un periodo di splendore e lustro. Oggi, conta meno di duemila abitanti che puntano alla valorizzazione del patrimonio storico-naturalistico-ambientale con percorsi tra architetture sacra e civile, boschi e valli, fiumi e specchi d’acqua. Ha una economia prevalentemente agricola, artigianato silente e un’incipiente vocazione turistica. Di rilevante valore artistico la torre baronale, il Convento delle Clarisse e la chiesa di San Francesco. La sala Ofs, di moderna costruzione, sorge nelle adiacenze del luogo di culto, già sede del Convento urbano dei Frati Minori, ed è stata concessa in comodato d’uso dal Sindaco nel 2012.

Celenza_ChiesadelSantoLa Fraternità, intitolata a Domenican- gelo Morrone, è nella Diocesi di Lucera- Troia e rientra nella Zona Ofs Due. Nella prima forma organizzata compare nella celebrazione del Congresso Eucaristico Provinciale del 1937, dotata di stendardo e slancio emotivo. Ma timidi tentativi di aggregazione risalgono già al 1924. In realtà, il culto del Santo di Assisi affonda le sue radici nel Medioevo attorno alla costruzione del Monastero rurale presso la sorgente d’acqua tutt’ora chiamata San Francesco vecchio, ove Egli sostò nel 1222 di ritorno dal tempio di San Michele Arcangelo. Nel 1622 seguì la costruzione del convento delle Clarisse, sorto sulle rovine della vetusta chiesa di san Nicola. Nel 1705 fu edificato il Monastero urbano di San Francesco nuovo con l’omonima chiesa. Fu madre Gargani, nel 1936, a rafforzare lo spirito laico della Fraternità che oggi annovera trentatré professi intenti al lavoro programmato, momenti di preghiera e fraterno intrattenimento secondo la “missio ad gentes”. La Fraternità vive la stagione autunnale: la primavera tarda a venire ma la nuova generazione offre frutti di buona evangelizzazione. Il Consiglio attualmente in carica è composto da: Lucia Magaldi Ministra, Giuseppina Santoro Vice Ministra, Lina Morrone Responsabile della formazione, Maria Lucia Grosso Economa, Giovanna Montagano Segretaria, fr. Pio Capuano OfmCap Assistente spirituale.

Contatta la Ministra locale: lucia.magaldi@istruzione.it

fraternità