L’incontro di Avvento delle Fraternità della Diocesi di Molfetta,Ruvo,Giovinazzo,Terlizzi

IMG_4544Marta Fiorentino 22.1.17  Le fraternità dell’Ordine Francescano Secolare della Diocesi di Molfetta, Ruvo, Giovinazzo Terlizzi hanno vissuto il loro ritiro d’Avvento presso il Convento dei frati Minori Cappuccini di Giovinazzo lo scorso 11 dicembre 2016. Particolare intensa è stata la mattinata iniziata con la celebrazione della S. Messa presieduta dal Vescovo della Diocesi, S. E. Mons. Domenico Cornacchia. Durante la celebrazione il vescovo ha conferito il mandato missionario a Carmine Dello Russo, francescano secolare della fraternità OFS di Terlizzi. Grazie ad un percorso di formazione a cura del Centro Missionario della Provincia dei Frati Minori Cappuccini di Bari, guidato da Padre Antonio Imperato, Carmine, ha maturato la sua scelta missionaria di servire il popolo albanese e recarsi nella missione di Nenshat. Missione per la quale la Fraternità regionale negli scorsi anni ha posto un seme per la nascita di una fraternità di laici francescani. Felice, dunque, la coincidenza che ha permesso alle fraternità intervenute di vivere un intenso momento di comunione e condivisione fraterna in cui ha preso concretezza l’invito dell’OFS nazionale di vivere appieno “ la missione”.

Al termine della intensa celebrazione, la giornata è proseguita con l’ascolto della catechesi sul tema “Misericordia dal cuore alle mani” offerta da Padre Alfredo Marchello, Provinciale dei Frati Minori cappuccini di Puglia. Successivamente le fraternità hanno condiviso il loro pranzo in maniera fraterna. Dopo la pausa pranzo, le fraternità hanno vissuto un intenso momento di preghiera con l’Adorazione Eucaristica presieduta da fra Sergio La Forgia, frate minore cappuccino assistente OFS.

Al termine di essa sono stati consegnati ai ministri un lumino e una campanella, simboli di un invito per tutte le fraternità ad essere luce e vigili in un mondo in cui l’indifferenza e la violenza sembrano non avere fine.

Marta Fiorentino

Ministra fraternità di Giovinazzo

.

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento