Il messaggio del Ministro nazionale Remo Di Pinto per il tempo di Avvento 2016

messagioremodipinto_avvento_2016Remo Di Pinto 29.11.16  Mio padre riparava orologi meccanici. Poggiato sui gomiti, con gli occhi sbarrati, ho passato molte ore della mia infanzia a osservarlo in profondo e rispettoso silenzio. Riparare un orologio significa dedicarsi completamente a lui per tutto il tempo necessario, insieme a una lente che permetta di osservare ogni minimo particolare e strumenti utili per raggiungere le parti più piccole. Come poi avvenga tutto il resto…l’ho scoperto solo dopo, quando ho avuto io stesso bisogno di un “orologiaio”, quando le mie lancette erano rimaste ferme su se stesse e il mio tempo non era in grado di rinnovarsi. Non sappiamo mai perché, improvvisamente, un orologio si ferma. Né del perché le sue lancette vadano troppo avanti, oppure rimangano indietro.

Un giorno chiesi a mio padre: “Come si fa a capire qual è il problema dell’orologio”? Lui mi rispose che bisognava conoscere bene il cuore di ogni meccanismo e avere la pazienza di osservare con attenzione ogni parte, perché non c’è una vite o una ruota che non sia indispensabile all’intero meccanismo. E non c’è un orologio che abbia lo stesso identico problema di un altro. Il movimento delle lancette, che appare scontato, è il risultato di una sincronia perfetta di tanti elementi che vanno conosciuti uno a uno e messi nelle condizioni di stare bene nel meccanismo, per fare la loro parte. Per tornare a segnare il “tempo giusto”, un orologio va “svuotato” completamente e ogni parte curata; alle volte solo pulita, oppure oliata, altre volte raddrizzata. Mi affascina l’immagine di un “tempo nuovo” affidato alle mani di chi sa prendersi cura…di chi mi aiuta a svuotarmi, a ricompormi, a ripulirmi, a raddrizzarmi. E’ come il vino alle nozze di Cana: il risultato di un processo meraviglioso.

Inizia l’Avvento, voglio rimettere il mio tempo tra le mani dell’orologiaio, per fare in modo che la mia vita, come lancette, possa rinnovarsi ancora. Oggi, per la prima volta, ho voluto iniziare il cammino verso il Natale smontando e rimontando un orologio. Mio papà era al mio fianco…trepidante, per rivelarmi ciò che fa’ il Padre con me.

Voglio arrendermi al suo Amore…arriverà Natale!

Buon cammino e…buon tempo nuovo!

Remo Di Pinto

Ministro nazionale

.

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento