Entries Tagged as 'Formazione'

La sobrietà nello spirito del “Sine proprio”, il II° incontro con sr. Ludovica Loconte osc

Vincenzo Bini 23.1.2020  Erano oltre 500 i terziari, provenienti da tutta la Puglia, che hanno affollato la “Sala Vittoria” dell’UNA Hotel Regina di Noicattaro lo scorso 19 gennaio, dove si è tenuto il secondo dei tre incontri previsti per questo ciclo di formazione regionale. Dopo aver approfondito nel primo incontro il tema dell’obbedienza, suor Ludovica Loconte osc, ci ha accompagnati in un bellissimo viaggio alla scoperta della sobrietà, cui questa sintesi non potrà mai rendere merito perché priva della sua passione, delle emozioni che è capace di trasmettere con il suo carisma.

La sobrietà, appunto, un argomento che bene viene introdotto dall’Art. 11 della nostra Regola: “Cristo, fiducioso nel Padre, scelse per Sé e per la Madre sua una vita povera e umile, pur nell’apprezzamento attento e amoroso delle realtà create; così, i francescani secolari cerchino nel distacco e nell’uso una giusta relazione ai beni terreni, semplificando le proprie materiali esigenze; siano consapevoli, poi, di essere, secondo il Vangelo, amministratori dei beni ricevuti a favore dei figli di Dio. Così, nello spirito delle “Beatitudini”, s’adoperino a purificare il cuore da ogni tendenza e cupidigia di possesso e di dominio, quali “pellegrini e forestieri” in cammino verso la Casa del Padre”.

Una “sintesi perfetta” della Laudato Si’ di Papa Francesco, come la definisce la sorella clarissa, che richiede un “tuffo” nelle Fonti per meglio comprendere come Francesco d’Assisi interpreta la povertà. “Sine proprio”, senza niente di proprio, senza nulla di mio: “Nulla, dunque, di voi trattenete per voi, affinché tutti vi accolga Colui che tutto a voi si dona” (FF 221). “Sine proprio” non significa dunque “senza di me”, ma esprime il valore che mi dà il Padre, come figlio suo, “senza nella di quello che voglio per me”.

Francesco e Chiara non sposano la povertà, ma il “Cristo povero”, quella via che il Signore ha scelto per venire tra noi che tanto tormenta i due giovani, che li intriga! La via della povertà e dell’umiltà: lì Francesco incontra Gesù: Colui che umiliò se stesso, divenendo simile agli uomini… Un “cammino in discesa” verso una condanna a morte, come il peggiore dei malfattori.

Il “Sine proprio” come povertà di Spirito

Questa carne che non si deve inorgoglire: il riconoscimento e la gratificazione, due aspetti che è facile declinare al maschile e femminile rispettivamente, due cose per le quali ci svendiamo, ci sviliamo. Tutto quello che esce di buono dalla nostra vita viene da Dio! La carne si inorgoglisce se non riconosco l’opera di Dio in me. Al contrario, rendo grazie, mi umilio, mi stupisco. L’orgoglio è un’appropriazione di volontà che toglie a Dio ciò che è di Dio. I ministri sono chiamati a vigilare nelle proprie fraternità, a verificare se gli uni sono contenti degli altri… Gioisci! Perché disprezzare, detrarre, anziché guardare a Dio e aggiungere? Siamo spietati! Se mi inorgoglisco e sono avaro nei confronti della gioia altrui, tolgo a Dio ciò che è di Dio. Devo servire, non servirmi della Parola di Dio!

Senza armi, come scrisse San Francesco nella prima Regola non bollata: “Non resistano al malvagio”. “Ecco l’agnello di Dio”: mitezza e vicinanza. Questo è il nostro modo di stare fra i lupi. Se oppongo resistenza divento anch’io un lupo! Tu puoi decidere se essere fedele, se essere “francescano”. Porgi la guancia, offri la tunica, prega per chi ti perseguita e ama il tuo nemico! “Diano a chiunque chiede”. I muri non ci fanno crescere, senza gli altri non si cresce… In obbedienza alla Chiesa! Diamo senza chiedere che ci venga restituito: come quando viene contestato l’operato di ministro uscente. Per chi hai fatto ciò che hai fatto durante il tuo servizio, per te o per Lui? Credi veramente di poter fermare l’opera di Dio?

Il “Sine proprio” come dono dei fratelli

Una vita sobria, che punta al bello, non resiste a quello che le si presenta davanti, ma lo vive con gioia. Il banco di prova della povertà sono i nostri fratelli, dono di Dio! “Chi invidia i fratelli, invidia Dio” (Amm. VIII). “Non vi sia fra di voi invidia, gelosia, detrazione, discordia, divisione, disprezzo…” dice San Francesco ai suoi fratelli. Tutte cose nate con noi. Sin da bambini abbiamo sperimentato la coesistenza con i fratelli o le sorelle, a dividere il “territorio”: parlo di me paragonandomi agli altri, come quando ci si divide l’eredità. Un genitore si giustifica dicendo di voler bene a tutti i figli allo stesso modo, ma non dice una cosa corretta. Dio ci dà ciò di cui abbiamo bisogno, donando tutto se stesso secondo le nostre necessità e così fanno i genitori. Siamo invidiosi di quanto un fratello riceve per un suo bisogno. È Dio l’ingiusto, Colui che “fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti (Mt 5,45)? Un francescano non discrimina, non esclude, non divide il mondo in “buoni e cattivi”, ma cresce godendo dell’altra parte della sua vita. Quello che faccio a un fratello o a una sorella lo faccio a Dio e quello che faccio a Dio lo faccio a me! In fraternità dobbiamo allenarci a discutere, a confrontarci, anche litigando se necessario. Solo così potremo combattere permalosità e autoreferenzialità. Se non si litiga non si cresce. L’arte è litigare… facendolo bene! Chi si irrita non è “povero in spirito”.

Ira e turbamento, ovvero adirarsi o chiudersi, sfogarsi o implodere. Più pericolosa la seconda, perché non dà possibilità di replica: sempre meglio “litigare bene” che chiudersi. Ira e turbamento ci fanno diventare ladri perché portano all’appropriazione dell’opinione che abbiamo dell’altro. Nella prova resto fedele al Vangelo, perché “tu sei mio fratello”, “non sono migliore di te”! Bisogna rispondere al fratello, non al male che mi ha fatto… Risalendo a Lui, sulla Croce: “Perdonali, perché non sanno quello che fanno” (Lc 23,33). Bisogna recuperare relazioni buone nelle nostre fraternità, che “profumino” di Vangelo, non litigare per chi deve portare il cestino della questua.

“Non pretendere dal fratello altro se non ciò che il Signore ti darà, e in questo amalo, e non volere (per te) che il fratello diventi migliore” (Lettera a un Ministro 6). Un ministro che chiude il proprio mandato riconoscendo di essere cresciuto e di amare di più i fratelli ha capito tutto ed è pronto a lasciare la fraternità! Con il perdono negli occhi… davanti al quale il fratello può rinsavire, comprendere che c’è qualcosa di più! Servizio, non potere! Senza pretese… Un ministro che è cresciuto e ora ama di più è uno che si è sofferto i fratelli e le sorelle uno ad uno. Il Vangelo funziona al contrario dei nostri pensieri: che il primo sia l’ultimo; sono venuto per servire, non per essere servito; sono venuto per dare la vita, non per prendermela.

Chi è povero nello spirito accetta la correzione dei fratelli, un servizio di amore che mi aiuta a crescere e per crescere ho bisogno degli altri. Spesso rispondiamo più in base a “come” ci vengono dette le cose che a “cosa” ci viene detto. Un capito elettivo diventa spesso un tormento che rende difficile la scelta di un ministro che sia espressione del cammino a cui si predispone la fraternità. Il voto deve essere, invece, frutto di un’assunzione di responsabilità da parte dei professi.

“Se avrò avuto pazienza e non mi sarò conturbato” (FF 278). Questa è la prova suprema: la perfetta letizia. Se avrò vissuto tutto questo e non avrò perso la pace… ma la pace non me la fa perdere il fratello. La pace la perdo io quando permetto che che ciò che mi succede guasti la mia pace… e perdo il fratello!

Il “Sine proprio” come restituzione nella condivisione

Quello che ricevo da Dio devo restituirlo ai fratelli: questo è il centro della spiritualità francescana, la circolarità che porta “all’economia della salvezza”. Non abbiate alcun debito con nessuno, se non quello di un amore vicendevole” (Rm 13,8). Un ministro serve la fraternità “come se lavasse i piedi”.

La vita è il luogo di restituzione: restituire i doni del Signore e diventare lode di Dio per gli altri.

Il lavoro come grazia di restituzione: abbiamo il dovere di lavorare con fedeltà e devozione, nonostante le difficoltà di una società che ci fa lavorare male, che ci spreme come un limone. Restando fermi su chi siamo, non da alienati: non voglio diventare il mio lavoro; io sono io e lavoro!

Un’altra espressione del “Sine proprio” sono le opere sante: sono povero se la mia vita rende ricchi gli altri con i doni che Dio mi fa. La mia povertà ricca di cose buone, ricca di Dio… non di “me”.

In chiusura suor Ludovica ci ha anticipato il tema del prossimo incontro: la castità, da lei stessa descritta come “un’espressione fortissima di povertà”. La castità con cui tutti noi siamo costretti a confrontarci, che ci mette alla prova, che passa in tutti i nostri pensieri. “Sapendo che non avrei ottenuta la capacità di essere casto, se Dio non me l’avesse concessa… mi rivolsi al Signore e lo pregai” (Sap 8,21). In questo troveremo la pace!

La castità, la povertà, l’obbedienza, sono doni immensi che vanno chiesti a Dio. E quando non ce la facciamo, perché sappiamo che questo può succedere, non dobbiamo mai dimenticarci che il nome ultimo di Dio, quello più grande, è “Misericordia”! Il nostro cammino deve arrivare fino alla Sua misericordia. Questa è la nostra ricchezza… solo e soltanto se saremo poveri!

Vincenzo Bini

Ministro della Fraternità di Giovinazzo

.

“L’obbedienza”, il primo incontro di formazione regionale con sr. Ludovica Loconte del 10 novembre

Vincenzo Bini 24.11.19  Chi aveva già avuto modo di conoscerla, sapeva che questa non sarebbe stata una qualunque domenica mattina. Radiosa, espressiva, contagiosa, con quel suo modo di comunicare amorevole, ma anche severo. Bella come una Clarissa, come una “madre” la cui vocazione ha trovato il pieno compimento. [Read more →]

‘OfsPugliestate 2019’. L’esperienza di preghiera programmata dal Consiglio regionale per l’estate

VolantinoEseciziSpirituali_2019Raffaele Bruno 13.6.19 Il Consiglio regionale ha programmato nei prossimi mesi estivi un’unica esperienza forte afferente alla preghiera. Un volantino – qui allegato e inviato ai Ministri per posta elettronica – contiene i riferimenti essenziali di questa esperienza. E’ di seguito allegato anche [Read more →]

“Membri vivi della Chiesa”, il terzo incontro di formazione con don Luigi Maria Epicoco del 31 marzo

DSC_0687Vincenzo Bini 14.4.19  L’ultimo incontro di formazione regionale per l’anno fraterno 2018/19 è ancora un bagno di affetto e apprezzamento per il relatore Don Luigi Maria Epicoco, che chiude questo suo ‘trittico’ sulla Regola dell’O.F.S. con una stupenda catechesi sull’Art. 8 da lui stesso intitolata ’Membri vivi della Chiesa’. [Read more →]

“Chi cercate?”, il secondo incontro di formazione con don Luigi Maria Epicoco del 17 febbraio

Vincenzo Bini 21.2.19  “I francescani secolari, quindi, ricerchino la persona vivente e operante di Cristo nei fratelli, nella sacra Scrittura, nella Chiesa e nelle azioni liturgiche. La fede di S. Francesco che dettò queste parole: «Niente altro vedo corporalmente in questo mondo dello stesso altissimo Figlio di Dio se [Read more →]

“Osservare il Vangelo”, il primo incontro di formazione con don Luigi Maria Epicoco del 27 gennaio

DSC_0955Vincenzo Bini 02.2.19  È iniziato subito col “botto” questo percorso voluto dall’equipe di formazione dell’OFS Puglia che, per dare un nuovo impulso all’interiorizzazione e concretizzazione della nostra Regola, si è affidata al presbitero e teologo dell’Arcidiocesi dell’Aquila Don Luigi Maria Epicoco, trentottenne originario [Read more →]

‘OfsPugliestate 2018’. L’esperienza forte programmata dal Consiglio regionale nei mesi estivi

VolantinoOfsPugliestate2018Raffaele Bruno 21.6.18 Il Consiglio regionale ha programmato nei prossimi mesi estivi un’unica esperienza forte afferente alla preghiera. Un volantino – qui allegato e inviato ai Ministri per posta elettronica – contiene i riferimenti essenziali di questa esperienza. E’ di seguito allegato [Read more →]

‘OfsPugliestate 2017’. Le esperienza forti programmate dal Consiglio regionale nei mesi estivi

Volantino2017Raffaele Bruno 15.5.17 Il Consiglio regionale ha programmato nei prossimi mesi estivi due esperienze forti afferenti alla missione e alla preghiera. Un volantino – qui allegato e inviato ai Ministri per posta elettronica – contiene i riferimenti essenziali di ogni singola esperienza. Sono di seguito allegati pure i documenti [Read more →]

L’incontro per i fratelli in formazione iniziale in Terra di Bari visto dalla nostra Gi.Fra

DSC_0923Anna Lisco 06.4.17  Per molti “gifrini” Giovani Adulti come me la domanda: “Chi è il Francescano secolare oggi?” è un vero enigma! Paradossalmente, nonostante il cammino pluriannuale in Gi.Fra, il passaggio nell’OFS risulta difficoltoso piuttosto che naturale. L’incontro tenutosi a Santa Fara, la scorsa domenica 26 Marzo, in merito a questo argomento, è stato davvero [Read more →]

Il II° Incontro per zone per formatori Ofs Puglia tenutosi a Foggia lo scorso 4 febbraio

IMG-20170206-WA0009Matteo Trotta 8.2.17  Il 4 febbraio 2017 si è tenuto presso il Convento Sant’Antonio a Foggia il secondo incontro per formatori dell’ area Capitanata, sul tema “Salvaguardia del creato: Nuovi stili divina”. E’ stato invitato per l’occasione il Prof. Michele Illiceto che insegna Filosofia presso la Facoltà Teologica Pugliese di Bari, presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose [Read more →]

Efficienza e tecniche utili di animazione ai nuovi incontri di formazione per animatori locali

piano-formativo-ofspuglia-2016-17-schemaLuigi Ianzano 29.10.16  Carissimi fratelli e sorelle, come già avete appreso dal Piano formativo e dal Calendario, il Consiglio regionale ha attentamente programmato, nell’arco dell’anno fraterno, tre incontri per animatori locali (formatori e delegati epm: missionarietà, giustizia pace e salvaguardia del creato, famiglia), ma anche per tutti coloro che [Read more →]

Il Piano formativo triennale rielaborato per questo specifico secondo anno 2016-17

piano-formativo-ofspuglia-2016-17-schemaLuigi Ianzano 28.09.16  Carissimi fratelli e sorelle, il Consiglio regionale ha dunque rielaborato il Piano formativo triennale 2015-18 – presentato lo scorso anno in grandi incontri decentrati – in funzione di questo specifico II anno 2016-17. Lo si è appena inviato a tutte le Fraternità locali. Esso contiene, con l’impostazione generale propria del triennio [Read more →]

I quattro grandi incontri di presentazione dei Piani triennali per la Formazione ed Epm

PTAF Ofspuglia 2015-18 schemaRaffaele Bruno  07.05.16  In questo mese di maggio, dunque, in ognuna delle quattro aree formative in cui abbiamo suddiviso la Puglia (Capitanata, Terra di Bari, Nord Salento, Sud Salento), verranno presentati e insieme discussi i Piani triennali per la Formazione e per Epm. La convocazione è rivolta ai Ministri, agli Assistenti, ai Responsabili della [Read more →]

Il nuovo piano delle attività formative dell’Ofs di Puglia per il triennio 2015-2018

PianoFormativoTriennale2015-2018Luigi Ianzano 02.02.16 Carissimi, il Signore vi dia pace! Vi consegniamo, dunque, il Piano triennale delle attività formative adottato dal Consiglio regionale. Lo poniamo nelle vostre mani quale perla preziosa… Esso contiene tutto il nostro proposito, alla luce delle esortazioni della Chiesa e delle Fraternità di [Read more →]

Durante l’anno Santo della Misericordia non dimenticatevi di Giuda!

bacio_giuda

Tonino Daniele 08.12.15  Ogni revisione è atto rivoluzionario, profetico: si travolgono verità definitivamente accertate, passate in giudicato. Cristallizzate. Ed io mai avrei voluto occuparmi di un tradimento; anzi, del tradimento: quello di Giuda; di quel suo bacio mai dimenticato e ricordato da tutti; di quella corda [Read more →]

L’incontro nazionale per la presentazione del testo formativo del prossimo anno

formazione decentrata.jpgVinicio Russo 31.07.15  Carissimi fratelli e sorelle, dal 3 al 5 luglio ho partecipato all’ incontro sul nuovo testo di formazione, organizzato dai responsabili nazionali Paola Brovelli e Gianluca Lista. Ringrazio la nostra Ministra Maria Ranieri e il Delegato Regionale Roberto Ginese per avermi dato la possibilità di essere presente in [Read more →]

‘Ofspugliestate 2015’. Le esperienze forti programmate dal Consiglio regionale nei mesi estivi

ofspugliestate2015Luigi Ianzano 15.5.15 Il Consiglio regionale ha programmato nei prossimi mesi estivi quattro esperienze forti afferenti alla famiglia, alla missione, alla preghiera e al servizio. Un pieghevole – qui allegato e inviato ai Ministri per posta elettronica – contiene i riferimenti essenziali di ogni singola esperienza. Sono di seguito allegati pure i documenti [Read more →]

Zone Tre e Quattro. Il terzo incontro di formazione decentrata al ‘De Lilla’ di Bari

Foto3°IncontroFormazioneBari_2015_2Francesco Imbriani 14.05.2015  Il terzo ed ultimo incontro di formazione decentrata, per le fraternità delle zone Tre e Quattro, previsto per quest’anno si è tenuto presso l’Oasi Francescana De Lilla in Bari. Anche questa volta hanno partecipato più di cento fratelli e sorelle delle Fraternità delle Zone Tre e Quattro. Il relatore dell’incontro è stato [Read more →]

Zona Uno. Terzo incontro annuale di formazione decentrata nel convento di San Matteo

20150418_163838Luigi Ianzano 23.04.15  Prolifico e molto utile l’incontro di formazione decentrata del 18 Aprile a San Matteo, terzo ed ultimo dell’anno fraterno in corso. Circa cinquanta partecipanti dalle Fraternità del Gargano, alla presenza del Vice Ministro regionale Mario Cusenza e della dr.ssa Pasqualina Rizzi, psicologa volontaria dell’Associazione Genoveffa De [Read more →]

Il 2° incontro di formazione decentrata per le Fraternità delle Zone Tre e Quattro

2°FormazioneDecentrataBari_2Maria Grazia Serio 18.04.15  Il secondo incontro di formazione decentrata per le Zone Tre e Quattro si è tenuto presso la sala S. Francesco nel Santuario di S. Fara ed è stato caratterizzato da due distinti momenti. Nel primo incontro, il relatore fr. Giuseppe Maria Antonino, giovane cappuccino della Fraternità S. Fara di Bari, prima di passare [Read more →]

‘Formiamo l’Ofs’. Terzo ed ultimo appuntamento annuale di formazione decentrata

formazione-decentrata-ofspugliaRoberto Ginese 11.04.15  Dopo il secondo incontro del mese scorso, nel quale abbiamo avuto l’opportunità di rileggere le parole chiave della specificità francescana e della spiritualità laicale della nostra quotidiana sequela Cristi, che sia pur con numeri meno folti, ha confermato la bontà della scelta di decentrare queste qualificate occasioni di [Read more →]

Taranto. L’incontro dei fratelli in formazione iniziale della Zona Cinque a S. Massimiliano Kolbe

Enzo & Patrizia 30.1.15  FormazioneInziandi_Taranto_2015_2Sabato 17 gennaio a Taranto, nella parrocchia S. Massimiliano Kolbe ha avuto luogo l’incontro di formazione per gli iniziandi e gli ammessi Ofs della Zona Cinque (diocesi di Taranto e di Castellaneta), incontro animato dai Frati Minori Conventuali. Relatore dell’incontro è stato fr. Gian Paolo Lorusso Ofm Conv, [Read more →]

I due incontri formativi ‘Epm’ nel Gargano, a San Giovanni Rotondo e nel Santuario di Stignano

eLuigi Ianzano 29.01.2015  Un centinaio di fratelli sono convenuti agli incontri Epm nel Gargano, domenica 25 e lunedì 26 Gennaio. Vinicio Russo per Giustizia Pace Salvaguardia del Creato, e Raffaele Bruno per la Famiglia, hanno esposto e riflettuto sui contenuti programmatici attinenti a questi due settori che, assieme alla Missionarietà, convergono [Read more →]

Protetto: Bari. L’incontro dei fratelli in formazione iniziale delle Zone Tre e Quattro nell’Oasi De Lilla

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

La formazione decentrata per le Fraternità locali che rientrano nelle Zone Tre e Quattro

FormazioneDecentrataBari_081114_1Maria Grazia Serio 13.12.2014  Grande partecipazione all’incontro di formazione decentrata dello scorso 8 Novembre a Bari, presso la Casa di Spiritualità San Francesco dei Frati minori Conventuali. Più di 120 partecipanti provenienti dalle Fraternità delle Zone Tre e Quattro, sono convenuti all’incontro ed altri anche da qualche fraternità delle zone [Read more →]

L’incontro di formazione decentrata presso la Parrocchia ‘Gesù e Maria’ in Foggia

FormazioneDecentrataFoggia_081114_3Vincenzo Parrella 16.11.2014  Sabato 8 Novembre, presso la sala San Francesco della Parrocchia Gesù e Maria in Foggia, si è svolto il primo Incontro annuale di Formazione Decentrata (‘Formiamo l’Ofs’), col prof. Renzo Infante, noto biblista, per riflettere su temi importanti quali: I vangeli e il Vangelo, introduzione ai sinottici; il Corpo Giovanneo [Read more →]

La Formazione decentrata nella Zona Gargano. Sabato 8 Novembre in San Giovanni Rotondo

IMG-20141109-WA0001Marco M. Gentile 14.11.2014  Dal Progetto fraterno Ofs Puglia 2013/14 Vino nuovo in otri nuovi, affrontato e discusso in seno alle Fraternità Ofs di Puglia nei mesi addietro emergeva inequivocabilmente la necessità di decentrare la Scuola per meglio favorire la partecipazione agli appuntamenti formativi, utilissimi per la crescita spirituale di [Read more →]

Tutto pronto per il 1° incontro di formazione decentrata in cinque diverse sedi territoriali

formazione-decentrata-ofspugliaLuigi Ianzano 24.10.2014  Si avvicina il tempo del primo dei tre incontri di formazione decentrata programmati dal Consiglio regionale per il nuovo anno fraterno (8 o 9 Novembre), un percorso di scuola di formazione sulle tematiche del Vangelo, della spiritualità francescana e specifica dell’Ofs e della psicologia dei gruppi. [Read more →]

‘Con Gesù a passo d’uomo’, il testo formativo del 2014-15 adottato dalla Fraternità nazionale

con gesù a passo d'uomoLuigi Ianzano 30.09.2014  Il sussidio di formazione permanente per il nuovo anno fraterno 2014-15, che verrà distribuito il 19 Ottobre prossimo in Bari, fa riferimento al tema proposto per il Convegno ecclesiale di Firenze del 2015, In Cristo Gesù il nuovo umanesimo: l’urgenza di un nuovo umanesimo che risponda a tutte le povertà che la famiglia oggi vive. [Read more →]

‘Cercatori del Cristo vivente sui sentieri degli uomini’. Il Capitolo di Primavera del 1 Maggio 2014

Locandina Capitolo di Primavera 2014 ridottaRoberto Ginese  13.04.2014  Mentre ci accingiamo a vivere il tempo di grazia della settimana pasquale che il Signore ci dona per aprire le porte del nostro cuore, della nostra vita ed “uscire” incontro agli altri per portare la luce e la gioia della nostra fede (Papa Francesco udienza 27.3.13), vi comunichiamo il programma per il prossimo Capitolo di [Read more →]